Telefono e Fax
Tel: 0775734026 Fax: 0775734026

Imprese culturali e ricreative - Previsto credito d'imposta per le attività di sviluppo e promozione

Martedì 16/01/2018, a cura di TuttoCamere.it


E' stata pubblicata, sulla Gazzetta Ufficiale n. 302 del 29 dicembre 2017 (Supplemento Ordinario n. 62), la legge 27 dicembre 2017, n. 205, recante "Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2018 e bilancio pluriennale per il triennio 2018-2020". (Legge di Bilancio 2018).
Il provvedimento si compone di un solo articolo, composto da 1181 commi.

I commi da 57 a 60 istituiscono e disciplinano il credito d'imposta in favore delle imprese culturali e creative per attività di sviluppo, produzione e promozione di prodotti e servizi culturali e creativi. Il credito d'imposta è riconosciuto nella misura del 30 per cento dei costi sostenuti per attività di sviluppo, produzione e promozione di prodotti e servizi culturali e creativi ed è attribuito nel limite di spesa di 500.000,00 euro per il 2018 e di 1 milione di euro per ciascuno degli anni 2019 e 2020.

Destinatari dell'agevolazione sono le imprese culturali e creative, ovvero le imprese ed i soggetti che rispondono alle seguenti caratteristiche:
  • svolgono attività stabile e continuativa con sede in Italia, in UE o in uno Stato aderente allo Spazio economico europeo;
  • sono soggetti passivi d'imposta in Italia;
  • hanno quale oggetto sociale (attività), in via esclusiva o prevalente, l'ideazione, la creazione, la produzione, lo sviluppo, la diffusione, la conservazione, la ricerca e la valorizzazione o la gestione di prodotti culturali, intesi quali beni, servizi e opere dell'ingegno inerenti alla letteratura, alla musica, alle arti figurative ed applicate, allo spettacolo dal vivo, alla cinematografia e all'audiovisivo, agli archivi, alle biblioteche e ai musei, nonché al patrimonio culturale e relativi processi di innovazione ad esso collegati (comma 57).


Si affida a un decreto del Ministro dei beni e delle attività culturali, sentite le competenti Commissioni parlamentari e previa intesa in sede di Conferenza Stato-Regioni e Province autonome, la disciplina della procedura per riconoscere la qualifica di impresa culturale e creativa, per la definizione di prodotti e servizi culturali e creativi, con adeguate forme di pubblicità (comma 58).

Il credito d'imposta è concesso nei limiti della normativa europea c.d. de minimis (regolamento UE n. 1407/2013 della Commissione del 18 dicembre 2013) che individua gli aiuti di stato di importanza minore compatibili con le norme dei Trattati UE. (comma 59).

Le norme affidano a un decreto del Ministro dei beni e delle attività culturali, di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze e sentito il Ministro dello sviluppo economico il compito di definire, tra l'altro, le norme applicative del credito d'imposta con riferimento alle tipologie di interventi eleggibili, alle procedure di ammissione e a quelle di recupero nel caso di uso illegittimo dell'agevolazione (comma 60).

Per un approfondimento sui contenuti e per scaricare il testo della legge di bilancio 2018 clicca qui.
Per scaricare il testo del regolamento 1407/2013/UE clicca qui.

Fonte: https://www.tuttocamere.it
Le ultime news
Oggi 06:00
L'eccedenza evidenziata nel modello "ultra tardivo" non può essere recuperata con il debito fiscale...
 
Oggi 06:00
L'Agenzia delle Entrate ha pubblicato l'aggiornamento del modello utile per comunicare l'opposizione...
 
Oggi 06:00
Sulla Gazzetta Ufficiale dell'Unione Europea è stat pubblicata la Direttiva (UE) 2018/1713 del 6 novembre...
 
Ieri
Con la Risoluzione n. 82 del 14 novembre 2018 l'Agenzia delle Entrate ha risposto ad un quesito posto...
 
Ieri
Con la Risposta n. 67/2018 l'Agenzia delle Entrate ha chiarito che l'atto di trasferimento di un complesso...
 
Venerdì 16/11
Sul sito internet del Ministero per i beni e le attività culturali è stato pubblicato il decreto del...
 
Venerdì 16/11
L'articolo 7 del decreto-legge 23 ottobre 2018, n. 119 ha previsto che, per l'accesso alla definizione...
 
Venerdì 16/11
A poco meno di 50 giorni dall'introduzione dell'obbligo della fatturazione elettronica tra privati il...
 
Giovedì 15/11
Per sapere in modo semplice ed immediato la data di scadenza del proprio bollo auto ed il relativo importo...
 
altre notizie »
 

Studio Commerciale Pesoli

Via Piscina, 56 - 03012 Anagni (FR)

Tel: 0775734026 - Fax: 0775734026

Email: info@studiocommercialepesoli.it

P.IVA: 01701840603